Certificato SSL per il tuo sito web

Al giorno d’oggi in ogni nostra singola azione eseguita durante la navigazione, effettuiamo una condivisione di informazioni personali. Come? E’ semplice, basti pensare alla navigazione sui social come Facebook, Twitter, Youtube che eseguiamo tutti i giorni oppure all’acquisto su un sito web eCommerce. Durante la navigazione, i sistemi alle spalle di questi stessi siti, riescono a localizzarci, prendendo conoscenza di dove ci troviamo fisicamente, dove lavoriamo, dove abitiamo, e magari anche dove vanno a scuola i nostri figli, pertanto abbiamo quindi bisogno che la connessione tra noi (utenti) ed il server sia al 100% sicura, onde evitare che degli hacker si inseriscano nella nostra connessione e riescano a rubare queste informazioni importanti.

Nasce a tal proposito il certificato SSL, un protocollo standard che protegge le comunicazioni via internet, assicurandosi che le informazioni scambiate dagli utenti via web non vengano intercettate da terze  parti  e rimangano riservate.

Di seguito la definizione di HTTPS di Wikipedia:

L’HyperText Transfer Protocol over Secure Socket Layer (HTTPS), (anche noto come HTTP over TLS,HTTP over SSL e HTTP Secure) è un protocollo per la comunicazione sicura attraverso una rete di computer utilizzato su Internet. La porta utilizzata generalmente (ma non necessariamente) è la 443. HTTPS consiste nella comunicazione tramite il protocollo HTTP (HyperText Transfer Protocol) all’interno di una connessione criptata dal Transport Layer Security (TLS) o dal suo predecessore, Secure Sockets Layer (SSL).
Il principio che sta alla base di HTTPS è quello di avere:
– un’autenticazione del sito web visitato
– protezione della privacy
– integrità dei dati scambiati tra le parti comunicanti.

In telecomunicazioni e informatica è il risultato dell’applicazione di un protocollo di crittografia asimmetrica al protocollo di trasferimento di ipertesti HTTP. Viene utilizzato per garantire trasferimenti riservati di dati nel web, in modo da impedire intercettazioni dei contenuti.

Nel suo popolare funzionamento su internet, HTTPS fornisce l’autenticazione del sito web e del server web associato con cui una delle parti sta comunicando, proteggendo la comunicazione dagli attacchi noti tramite la tecnica del man in the middle. Inoltre, HTTPS fornisce una cifratura bidirezionale delle comunicazioni tra un client e un server, che protegge la stessa contro le possibili operazioni di eavesdropping, (azione mediante il quale viene ascoltata segretamente la conversazione privata tra le parti senza il loro consenso) e tampering (letteralmente manomissione o alterazione della comunicazione) falsificandone i contenuti.In pratica, tale meccanismo fornisce una garanzia soddisfacente del fatto che si sta comunicando esattamente con il sito web voluto (al contrario di un sito falso), oltre a garantire che i contenuti delle comunicazioni tra l’utente e il sito web non possano essere intercettate o alterate da terzi.

Storicamente, le connessioni HTTPS erano usate soprattutto per i pagamenti nelle transazioni sul World Wide Web, e-mail e per le transazioni sensibili all’interno dei sistemi informativi aziendali. Nel tardo 2000 e nei primi anni del 2010, HTTPS ha iniziato ad avere una larga diffusione e ampio utilizzo per proteggere l’autenticità delle pagine web, la sicurezza degli account utente e per mantenere private le comunicazioni, l’identità e la navigazione web dell’utente.

Perchè passare ad HTTPS?

Chrome, il browser di Google, grazie all’ultimo aggiornamento effettuato (versione 68), segnalerà accanto alla barra degli indirizzi un’etichetta con scritto “Non sicuro” a tutti quei siti web che ancora usano il vecchio protocollo “http”. Aggiungendo un certificato SSL al vostro sito, il vostro dominio sarà introdotto da un https e una etichetta verde che contrassegnerà il vostro sito come “sicuro”. Google lo premierà migliorando il suo posizionamento nelle pagine dei risultati della ricerca.

In questo modo Google cerca di far comprendere l’importanza delle comunicazioni crittografate online e anche di convincere i webmaster a rendere sicuri i siti web che ancora oggi, nonostante i clamorosi casi verificatosi relativi alla violazione dei dati sensibili, non dispongono di un livello di crittografia elevato, ossia la mancata installazione del certificato SSL.

Non è solo una questione di sicurezza, ma anche e soprattutto di reputazione.
Quando un utente è avvisato da Google del pericolo di trovarsi su un sito che non utilizza un certificato SSL, la sua visita al sito web è compromessa tanto quanto il suo ritorno.

Fino a poco tempo fa chi possedeva un sito web semplice, che non prevedeva transazioni monetarie o aree riservate poteva tranquillamente utilizzare HTTP. Oggi invece, come accennato, è di fondamentale importanza passare al protocollo sicuro che diventerà ben presto il nuovo standard.

Se hai già un sito web, l’installazione del certificato SSL ti permetterà di:

1. Evitare di perdere l’indicizzazione e quindi il traffico che arriva al sito.
2. Migliorare il posizionamento del sito.
3. Proteggere gli utenti che vistano il nostro sito e quindi fornire un miglior servizio.
4. Evitare di danneggiare la reputazione del nostro sito (e marchio) o quella dei nostri clienti.